BARDONECCHIA THABOR TRAIL "THE WESTERN ITALIAN RUNNING RACE"
BARDONECCHIA - NEVACHE: | 25 KM 1700 D+ | 19 KM 1200 D+ | 8 KM 400 D+
BARDONECCHIA THABOR TRAIL "THE WESTERN ITALIAN RUNNING RACE"
BARDONECCHIA - NEVACHE: | 25 KM 1700 D+ | 19 KM 1200 D+ | 8 KM 400 D+
BARDONECCHIA THABOR TRAIL "THE WESTERN ITALIAN RUNNING RACE
BARDONECCHIA - NEVACHE: | 25 KM 1700 D+ | 19 KM 1200 D+ | 8 KM 400 D+
BARDONECCHIA THABOR TRAIL "THE WESTERN ITALIAN RUNNING RACE
BARDONECCHIA - NEVACHE: | 25 KM 1700 D+ | 19 KM 1200 D+ | 8 KM 400 D+
BARDONECCHIA THABOR TRAIL "THE WESTERN ITALIAN RUNNING RACE
BARDONECCHIA - NEVACHE: | 25 KM 1700 D+ | 19 KM 1200 D+ | 8 KM 400 D+
BARDONECCHIA THABOR TRAIL "THE WESTERN ITALIAN RUNNING RACE
BARDONECCHIA - NEVACHE: | 25 KM 1700 D+ | 19 KM 1200 D+ | 8 KM 400 D+
BARDONECCHIA THABOR TRAIL "THE WESTERN ITALIAN RUNNING RACE
BARDONECCHIA - NEVACHE: | 25 KM 1700 D+ | 19 KM 1200 D+ | 8 KM 400 D+
BARDONECCHIA THABOR TRAIL "THE WESTERN ITALIAN RUNNING RACE
BARDONECCHIA - NEVACHE: | 25 KM 1700 D+ | 19 KM 1200 D+ | 8 KM 400 D+
BARDONECCHIA THABOR TRAIL "THE WESTERN ITALIAN RUNNING RACE
BARDONECCHIA - NEVACHE: | 25 KM 1700 D+ | 19 KM 1200 D+ | 8 KM 400 D+
BARDONECCHIA THABOR TRAIL "THE WESTERN ITALIAN RUNNING RACE
BARDONECCHIA - NEVACHE: | 25 KM 1700 D+ | 19 KM 1200 D+ | 8 KM 400 D+
BARDONECCHIA THABOR TRAIL "THE WESTERN ITALIAN RUNNING RACE
BARDONECCHIA - NEVACHE: | 25 KM 1700 D+ | 19 KM 1200 D+ | 8 KM 400 D+
BARDONECCHIA THABOR TRAIL "THE WESTERN ITALIAN RUNNING RACE
BARDONECCHIA - NEVACHE: | 25 KM 1700 D+ | 19 KM 1200 D+ | 8 KM 400 D+

La Valle Stretta

Geograficamente la Valle Stretta fa parte del bacino del Po, è la più occidentale di questo bacino e quindi delle Alpi italiane. Dopo il trattato di pace del 1947 è entrata a far parte del territorio francese ed è stata aggregata al comune di Névache.

La valle si sviluppa per circa 10 km (dal monte Thabor al Pian del Colle) e occupa oltre 40 kmq e per oltre metà del suo corso è incassata in un solco stretto, da cui il nome di Valle Stretta.
Piuttosto aspra in basso, la valle si ingentilisce oltre i limiti del bosco, con larghe praterie solcate da numerosi corsi d'acqua, e costellate di laghi, laghetti e cascate.

JavaScript deve essere attivo per utilizzare Google Maps.
Sembra infatti che JavaScript sia disabilitato o non supportato dal tuo browser.
Per visualizzare le Google Maps, attiva JavaScript modificando le opzioni del tuo browser e poi riprova.

Stampa

La flora è ricca e variegata proprio per la varietà del substrato geologico e per la geomorfologia che la contraddistingue: si va dalle praterie ai ghiaioni, dalle aree umide a quelle siccitose, dalle vallette laterali molto aperte alle gole.

La fauna maggiore è abbondante e comprende tutte le alpine ad eccezione dello stambecco, e senza quegli squilibri
portati altrove dagli ungulati reintrodotti.

La Valle Stretta è dunque una valle ad alta specificità paesaggistica e naturalistica e di elevata qualità ambientale, dovel’impatto umano si è fatto sentire poco.
Se si esclude il fondovalle, è una delle poche valli rimaste intatte delle nostre montagne.

Prima che arrivasse il turismo la valle aveva una vocazione meramente pastorale.

A fine ’800 è iniziato il turismo, favorito dalla ferrovia.

Tutto ha preso l’avvio nei tempi dell’alpinismo esplorativo di quei pochi ardimentosi che andavano a conquistare le vette, magari già salite da tempo da anonimi montanari locali.
In seguito sono arrivati gli alpinisti ad aprire vie nuove, soprattutto tra le due guerre e nell’immediato dopoguerra, e la Valle Stretta si è fatta un nome grazie a Gervasutti, Boccalatte, Gagliardone e De Rege, Rivero, Dubosc, De Albertis, Rabbi, Rossa, Bonatti, Motti.
Non va dimenticato che sulla Parete dei Militi, imponente muraglia alta fino a 400 metri, si sono svolte nel 1985, grazie all’iniziativa di A. Mellano e E. Cassarà, le prime gare di arrampicata sportiva nel nostro Paese.

Anche lo scialpinismo ha trovato qui un buon terreno, soprattutto lo ski de printemps, con la classica salita al Thabor e con una miriade infinita di gite e di traversate molto frequentate da italiani e francesi.

Per quello che riguarda l’escursionismo, la Valle Stretta in estate offre una vasta rete di sentieri con differenti caratteristiche e difficoltà.
Il Giro del Tabor, GR 5 e 57 , il GTA e la recente "Via Alpina" fanno tappa presso il Rifugio i "Re Magi" ed il Rifugio Terzo Alpini.
Il Lago Verde, il Colle di Thures, il Piano della Fonderia sono alcune gite che vi permetteranno di scoprire la Valle Stretta in famiglia.
Numerose escursioni sono possibili partendo dai rifugi.
Infine, è possibile effettuare un raid di più giorni dormendo nei rifugi, seguendo il GR 57 o le sue numerose varianti.

METEO

Valle Stretta

  • La Valle Stretta
    La Valle Stretta
    Geograficamente la Valle Stretta fa parte del bacino del Po, è la più occidentale di questo bacino e quindi delle Alpi italiane. Dopo il trattato…
  • Il Monte Thabor
    Il Monte Thabor
    Il Monte Thabor, a quota 3178m, è la cima più alta di Névache. Fino al 1947, il monte Thabor segnava la frontiera tra l'Italia e la…
  • Nevache
    Nevache
    Névache è un piccolo e autentico villaggio delle Hautes-Alpes, con circa 350 abitanti permanenti, ma con un’estensione di 19.000 ettari!
  • Rifugi
    Rifugi
    La Partenza e l'arrivo del 4° Bardonecchia Thabor Trail sono previsti ai rifugi di Valle Stretta (Nevache), mentre è previsto un ristoro, lungo il percorso presso il…